Marco Gualazzini/Parma, Italy

Born in Parma in 1976, Marco Gualazzini began his career as a photographer in 2004, with his home town’s local daily, La Gazzetta di Parma.

His recent works include reportage photography on microfinance in India, on the freedom of expression in Myanmar, on the discrimination of Christians in Pakistan, and on, above all, crisis zone in Africa.

He devised and took part in the creation of a documentary for the Italian national TV network RAI on the caste system in India, which has been selected at IDFA- The International Documentary Film Festival Amsterdam, and has been awarded with the Best Camera Work Award at the

Aljazeera International Documentary Film Festival 2014.

Marco has been published in national and international titles including Internazionale, Io Donna, D di Repubblica, L'Espresso, CNN, M (Le Monde), Der Spiegel, The Sunday Times Magazine, Wired, Newsweek Japan, Paris Match, The New York Times, Courrier International and Vanity Fair among the others.

Marco has been a contributing photographer to L’Espresso and to The New York Times since 2012.

The war of Coltan- Kivu 2013
Repubblica Democratica del Congo, Nord Kivu, Masisi, Rubaya. 16/09/2013 Il Coltan, un metallo raro usato per i microchip di telefoni cellulari e computer, è una miscela di Columbite e tantalite. Il suo valore di mercato è così alto da aver suscitato l'interesse di multinazionali ed organizzazioni criminali: per destabilizzare la situazione politica ed appropriarsi dell'estrazione mineraria a prezzi contenuti, vengono finanziati gruppi armati in guerra tra di loro. Sotto la supervisione dei compratori in Rwanda, soldati e poliziotti controllano il territorio, sfruttando la popolazione locale e rivendendo le risorse naturali: i proventi servono ad acquistare altre armi che garantiscono un ulteriore potere. Un circolo vizioso difficile da debellare. Alcuni minatori escono da una un tunnel della miniera. Questi minatori scavano a volte buchi profondi oltre 50 metri per trovare i minerali. Una volta rimenpiti i sacchi, questi vengono trasportati ad un fiume ai piedi della collina dove sorge la mini
The war of Coltan- Kivu 2013
Repubblica Democratica del Congo, Nord Kivu, Massisi, Rubaya. 14/09/2013. Il movimento ribelle armato dei Nyatura si è formato dalla secessione, avvenuta nel 2010, dal movimento ribelle CNDP, oggi chiamato M23. Formati per lo più da hutu congolesi, sono guidati dal Colonnello Marcel Habarugira. Oggi una parte di questi ribelli è stata reintegrata all'esercito regolare congolese FARDC. Privi di qualunque forma di stipendio sopravvivono spadroneggiando, con abusi di potere, soprusi sui civili, razzie notturne, e diurne, pretendendo una tassa del 10% su qualunque forma di attività nella città di Rubaya. Alcuni Nyatura pattugliano il territorio attorno alle Miniere.